Alcolisti Anonimi Gruppo Online in Lingua Italiana

 

Alcolisti Anonimi è un'associazione di uomini e donne che mettono in comune la loro esperienza,forza e speranza al fine di risolvere il loro problema comune e di aiutare gli altri a recuperarsi dall'alcolismo.L'unico requisito per divenirne membri è un desiderio di smettere di bere. Non vi sono quote o tasse per essere membri di A.A.; noi siamo autonomi mediante i nostri propri contributi.A.A. non è affiliata ad alcuna setta,confessione,idea politica,organizzazione o istituzione;non intende impegnarsi in alcuna controversia ,né sostenere od opporsi ad alcuna causa.
Il nostro scopo primario è rimanere sobri e aiutare altri alcolisti a raggiungere la sobrietà.

Copyright by The A.A. Grapevine,Inc.

 

        

 

Per visualizzare tutti i contenuti del sito sei pregato di registrarti

 

DECIMO PASSO.

 

 

”Ma quando ci accingiamo a fare il Decimo Passo, cominciamo a mettere in pratica il nostro stile di vita A.A. giorno per giorno, nel bello e nel cattivo tempo. Arriva dunque il momento della prova del fuoco: siamo in grado di restare sobri, di mantenere il nostro equilibrio emotivo e di vivere in modo soddisfacente in qualsiasi situazione? "

Tratto da: Dodici Passi Dodici Tradizioni pag, 127

QUINDICI PUNTI SU CUI RIFLETTERE!

QUINDICI PUNTI SU CUI RIFLETTERE!

“La persona più infelice di questo mondo è l’alcolista cronico che è sempre assillato dal desiderio di godere la vita così come essa era prima, mentre ora non riesce più ad immaginarla senza alcool. Egli ha l’angosciosa ossessione di potersi controllare, come per una specie di miracolo. “          

                                                                                    

“Ricordati sempre che hai avuto la fortuna di individuare la natura del tuo male prima che fosse troppo tardi.”

“E’ naturale e inevitabile che per un periodo di tempo (che può essere anche lungo) incorrerai saltuariamente in queste esperienze:

  1. a)Il cosciente, assillante desiderio di bere;
  2. b)L’improvviso, insopprimibile impulso di bere, anche solo un bicchiere;
  3. c)Un lancinante desiderio non per il bicchiere in se stesso, ma per il calore e il conforto che un bicchiere o due ti davano una volta.”

“Ricorda che quando non desideri bere quello è il momento opportuno per rafforzare la tua decisione di non bere quando ne avrai voglia.”

“E’ necessario non permettere mai a se stessi, nemmeno per un momento, di pensare: “E’ un’ingiustizia che io non possa bere un bicchiere come tutte le altre persone cosiddette normali”.

“Non permettere mai a te stesso né di parlare del piacere reale o immaginario che ti dava una volta il bere, né di pensarci.”

“Non permettere a te stesso di pensare che un bicchiere o due miglioreranno una determinata situazione. Bisogna invece tenere presente che:”Un bicchiere farà precipitare la situazione, perché un bicchiere significa precipitare nell’ubriachezza”.

“Ridimensiona la tua situazione e pensa, quando incontri un cieco o una persona gravemente minorata, quanto sarebbero felici se il loro problema potesse essere risolto, anche a prezzo di qualsiasi sacrificio. Pensa quanto più semplice è il tuo problema, dal momento che si può risolvere, e solamente rinunciando al primo bicchiere, oggi”.

“Coltiva in te stesso un senso di gratitudine:

-        gratitudine perché c’è A.A. per aiutarti e perché l’hai conosciuta in tempo;

-        gratitudine perché sei solo la vittima di una malattia chiamata alcolismo e non sei un degenerato, o un immorale senza volontà o un pazzo;

-        gratitudine perché dal momento che altri lo hanno fatto non c’è ragione perché non possa riuscirci anche tu.”

“Non dimenticare mai che quando il cuore è pesante, quando la forza viene meno e sei preoccupato e confuso, è un grande conforto avere vicino un amico sincero e comprensivo. Un amico così tu lo puoi trovare in A.A.”.

tratto da:Opuscolo -Quindici punti su cui riflettere ! pag,2-3-4-5-6image

5 giorni che ti ho perso, 5 giorni che ho vissuto

Buongiorno amici alcolisti ... Ho dato questo titolo un poco bizzarro alla mia testimonianza di oggi: 5 giorni che ti ho perso, 5 giorni che ho vissuto. Sono sobria da 5 giorni, ho abbandonato la strada fin troppo conosciuta che aveva come protagonista l'alcool e come antagonista me stessa. Due cose molto importanti sono già cambiate, in così breve volger di ore: prima di tutto (e direi che è essenziale) io non sono più antagonista ma sono rientrata protagonista principale della mia vita, senza dover dipendere da una sostanza per me, per la mia testa e per il mio cuore decisamente nociva. Secondariamente, seppur stanotte ho continuato a reclamare per i miei cali di zuccheri, ho capito una cosa: finalmente vivo. Ho sintomi di astinenza all'alcool decisamente tollerabili e, sinceramente, pensavo peggio. Il tremore alle mani è passato, mangio sempre meno dolci perchè piano piano mi sto abituando, ho sostituito la coca cola con un semplicissimo (e molto buono) succo di frutta Yoga alla pesca, alla pera e all'albicocca (mela e banana decisamente non lo assaggerò mai!) e sono giunta ad una conclusione: sto rientrando in contatto con me stessa. Non nel senso eterico del termine, come ci insegnano ad hatha yoga, ma nel senso più puro. Vivo, ho capacità finalmente di provare sensazioni (seppur antipatiche come l'essere a volte agitata o vulnerabile). Vivo, posso scegliere di emozionarmi per una pubblicità senza vergognarmi e posso decidere con la testa alta che a quel pranzo o quella cena non voglio vino, perchè io ho deciso che non bevo più... E saranno magari non tutte rose e fiori, ma 24 ore dopo 24 ore sarà sempre meno il desiderio di calmarmi e gestire lo stress con l'alcool e sempre più vero e non finto il mio sorriso ed il mio sguardo. L'alcool mi spegneva gli occhi, mi frenava la libido e mi schiudeva le labbra troppo spesso con rabbia inopportuna e insensata, mettendo a rischio i miei rapporti con chi mi circondava. No, quella non ero io. Grazie di avermi ascoltata.

valecinque giorni

Farsi coinvolgere.

" C'è azione e ancora azione. " La fede senza le opere è morta."...Essere di aiuto è il nostro unico scopo."

Tratto da : Riflessioni giornaliere.   pag. 32     24 Gennaio

Sesta Tradizione - forma breve-

" Un gruppo A.A. non dovrebbe mai avallare, finanziare o prestare il nome di A.A. ad alcuna istituzione similare od organizzazione esterna, per evitare che problemi di denaro, di proprietà e di prestigio possano distrarci dal nostro scopo primario."

L'esperienza ha dimostrato che non potevamo avallare alcuna inziativa analoga, per quanto buona potesse sembrare. Non potevamo essere tutto per tutti. Abbiamo capito che non potevamo prestare il nome di A.A. ad alcuna inziativa esterna.

 

Tratto da: 12 Passi e 12 Tradizioni                pag.12

Login

Test Alcool

Per effettuare test CLICCA QUI

Skype "amiciaa"

Riunioni il lun-mer-ven-dom dalle 21.30 alle 23.00 su skype. Ci potete contattare per qualsiasi informazioni.

Riunioni ed Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
2
5
7
9
12
14
16
19
21
23
25
26
27
28
29
30

Accoglienza al nuovo

Chi è il "NUOVO" per noi? Un perfetto sconosciuto ! Può essere un alcolista attivo che non conosce Alcolisti Anonimi, oppure frequenta i gruppi ma è ancora nel problema. Può essere un...

Leggi di più

Anonimato in A.A.

Come coscienza di questo gruppo online riteniamo opportuno ricordarci quanto sia importante proteggere l'anonimato personale e quello altrui comunque ed ovunque.Internet è un mezzo di comunicazione e come tale dovremmo...

Leggi di più

Notizie Flash

PRENOTAZIONE RADUNO RIMINI 2017

PRENOTAZIONI RADUNO RIMINI 2017 Cari amici, ,Come sempre vi proponiamo una soluzione alberghiera per il prossimo Raduno di AA Italia che si terrà a Rimini il 15/16/17 settembre 2017. ...

Leggi di più

Web link utili

Manuale di Servizio

Fare click qui per visionare il manuale di servizio