Ciao a tutti mi chiamo Sam e sono un alcolista,
appena entrato in AA quando mi capitava di vedere amici che si accaloravano per questioni di Servizio tra me e me pensavo : “ Beati loro che si accapigliano per queste piccole cose…si vede che nel loro privato non hanno i problemi che ho io.” Non mi colpevolizzo assolutamente per averla pensata cosi , avevo la testa snebbiata da poco dei fumi dell’alcol e consideravo il Servizio un qualche cosa che non riguardava minimamente il mio recupero. Fortunatamente oggi non la penso più cosi. Ho fatto poco servizio nei gruppi fisici ma in questo gruppo on-line www.amiciaa.org sto avendo l’opportunità da diverso tempo di cercare di crescere attraverso il Servizio. Questa esperienza mi sta dando l’opportunità anzitutto di conoscere meglio me stesso e il mio modo di relazionarmi con il prossimo. Com’è fare servizio in questo gruppo?..bello?..facile?..gratificante? Domande volutamente sciocche..perchè quello che sicuramente mi sento di dirvi è che è funzionale in modo essenziale al mio recupero. Nei Passi posso anche cercare di fare il furbo e di raccontarmela a mio uso e consumo, nel Servizio fortunatamente non funziona cosi. Quando sbaglio, per pigrizia, superficialità, inesperienza, spirito di protagonismo c’è sempre qualche amico che mi mette davanti uno specchio e mi dice di guardare un pò quello che vedo riflesso. e via discorrendo Grazie alla condivisone con gli altri amici, il più delle volte pacata e amichevole altre decisamente brusca, riesco a vedere molto meglio quelli che sono i miei limiti. Sapeste le arrabbiature che mi sono preso, le volte che mi sono detto “ Ma chi me lo fa fare..? “. Me lo fa fare il bene che sto imparando a volere a me stesso, solo quello niente di più niente di meno. Non ho l’ambizione di salvare altri alcolisti sono contento se continuo a salvare me stesso 24ore alla volta. Come ultima cosa voglio ringraziare tutti gli amici che mi hanno dato l’opportunità di servire questo gruppo.